Architetture serverless con Amazon Web Services (AWS)

Le architetture serverless sono un metodo di creazione ed esecuzione di applicazioni e servizi che non richiedono la gestione di un’infrastruttura.

Per comprendere il modello serverless bisogna capire prima di tutto come si costruiscono
le applicazioni tradizionali come quelle utilizzate sui cellulari e le applicazioni web. Con un’architettura in sede tradizionale, vi occupereste di ogni livello dello sviluppo dell’applicazione e del processo di implementazione, compreso l’allestimento dell’hardware, l’installazione del software, la creazione dei database, le connessioni di rete, la configurazione middleware e la configurazione dell’archiviazione. Poi avreste bisogno di uno staff di ingegneri per impostare e mantenere questo tipo di configurazione in sede, cosa che la renderebbe molto costosa e dispendiosa in termini di tempo. Inoltre, il ciclo di vita di questi server non supera i 5-6 anni, ciò significa che finireste per aggiornare la vostra infrastruttura dopo qualche anno. Il lavoro non si concluderebbe qui, in quanto dovreste eseguire una regolare manutenzione dei server, che comprende anche l’impostazione dei cicli di riavvio dei server e l’esecuzione di regolari aggiornamenti delle patch. Nonostante abbiate svolto tutto il lavoro di base e vi siate assicurati il corretto funzionamento del sistema, alla fine si guasterà e causerà un tempo di inattività dell’applicazione.

Il modello serverless cambia completamente questo paradigma. Vediamo come.

Il modello delle architetture serverless

A volte il termine “serverless” può creare confusione. Serverless non significa che non
avete bisogno di alcun server, ma che non dovete occuparvi delle operazioni di approvvigionamento del server, gestione del software e installazione delle patch. Il termine “modello serverless” significa solo che si tratta dei server di qualcun altro.

Le architetture serverless, se implementate correttamente, possono fornire grandi vantaggi in termini di riduzione dei costi e garantire un’eccellenza operativa, migliorando così la produttività complessiva. Tuttavia, bisogna fare attenzione quando si affrontano le sfide imposte dai framework serverless. È necessario assicurarsi che l’applicazione non abbia problemi di prestazioni, colli di bottiglia o sicurezza.

I modelli serverless sono diventati molto popolari negli ultimi tempi; molte grandi organizzazioni hanno spostato tutta la loro infrastruttura su architetture serverless e le
stanno utilizzando con successo, ottenendo prestazioni migliori a costi molto più bassi. Nel libroArchitetture serverless con AWS” l’autore si concentra su soluzioni serverless basate su Amazon Web Services (AWS).

Il libro

Architetture serverless con AWS” introduce a livello operativo al modello serverless basato su AWS (Amazon Web Services) e Lambda. Questo libro vi guiderà attraverso la realizzazione del vostro primo progetto serverless ed esaminerà le capacità di Amazon Athena, un servizio di query interattivo che agevola l’analisi dei dati conservati in Amazon S3 (Simple Storage Service) attraverso SQL standard. Inoltre, scoprirete come funziona AWS Glue, un servizio di estrazione, trasferimento e caricamento (ETL) totalmente gestito che rende facile ed economica la categorizzazione dei dati.

Studierete il modo in cui Amazon Kinesis permette di sfruttare le potenzialità di analisi e approfondimento dei dati in tempo reale attraverso servizi come Kinesis Data Streams, Kinesis Data Firehose e Kinesis Data Analytics. Infine, ma non meno importante, sarete in grado di combinare le capacità di Amazon Kinesis con quelle di AWS Lambda per creare architetture serverless leggere.

Alla fine del libro sarete pronti a creare e far funzionare la vostra prima applicazione serverless che sfrutta l’elevata disponibilità, la sicurezza, le prestazioni e la scalabilità
di AWS.

Obiettivi di questo volume

• Esaminare i servizi AWS per il supporto di un ambiente serverless.
• Impostare i servizi AWS per rendere le applicazioni scalabili e altamente disponibili.
• Implementare un sito web statico con un’architettura serverless.
• Costruire la prima applicazione web serverless.
• Studiare i cambiamenti in un’applicazione web serverless distribuita.
• Applicare le miglior prassi per garantire la sicurezza generale, la disponibilità e
l’affidabilità.

A chi è destinato questo libro

Architetture Serverless con AWS è stato scritto per coloro che desiderano sviluppare un’architettura serverless e hanno un po’ di esperienza come sviluppatori. Sebbene non sia richiesta alcune esperienza pregressa con AWS, la conoscenza di base di Java o Node.js sarà un vantaggio.

Autore e revisore del libro

Mohit Gupta, autore di Architetture Serverless con AWS, è un architetto di soluzioni, focalizzato sulle tecnologie cloud e sull’analisi di Big Data. Ha più di 12 anni di esperienza nel settore IT e lavora su AWS e tecnologie Azure dal 2012. Ha aiutato i clienti a progettare, costruire, migrare e gestire carichi di lavoro e applicazioni su vari prodotti basati sul cloud, tra cui AWS e Azure. Ha ricevuto il suo B.Tech in Informatica all’università Kurukshetra nel 2005. Ha anche molte certificazioni di aziende leader dell’IT.

Amandeep Singh, revisore del volume, è un brillante ingegnere che lavora in Pitney Bowes India Pvt Ltd. Ha accumulato più di 13 anni di esperienza nel settore dello sviluppo operando in aziende del calibro di Pitney Bowes e Dell R&D. Il suo ruolo attuale prevede la progettazione di soluzioni aziendali distribuite basate su cloud. È un architetto certificato AWS Solutions Architect, inoltre aiuta Pitney Bowes a migrare la grande piattaforma monolitica di Pitney Bowes verso AWS Cloud sotto forma di microservizi più semplici e intelligenti. È un forte sostenitore dei principi della moderna DevOps e dei modelli basati su microservizi.